Cookie free: nessun "biscotto" per spiare i lettori. Sono in corso di eliminazione i link di facebook, che tracciano chi clicca su "mi piace" o "condividi"

InterLex - RIVISTA DI DIRITTO TECNOLOLOGIA INFORMAZIONE
HOME     Informazioni     Contatti
DIRITTO TECNOLOGIA INFORMAZIONE – UN BLOG DI MANLIO CAMMARATA

 

COVID-19, decreti e confusione dell'informazione

Varie ed eventuali - Manlio Cammarata - 15 marzo 2020

(Vedi anche COVID-19, decreti e interpretazioni "autentiche")

Italia, abbiamo un problema. Si susseguono i decreti per il contrasto all'epidemia di Coronavirus, accompagnati da un diluvio di informazioni e commenti da parte dei media professionali, delle reti sociali e delle stesse istituzioni che devono affrontare l'emergenza. E si rischia di non capirci più nulla.

Le disposizioni sembrano chiare. Ma le interpretazioni e i "chiarimenti" dei siti istituzionali e degli organi di informazione (lasciamo perdere il delirio dei social) sollevano non pochi dubbi, come spiega l'articolo di Andrea Monti. A prima vista non ci sono dubbi sui motivi per i quali si può uscire di casa, riportati nei moduli per le autodichiarazioni:

1. Comprovate esigenze lavorative;
2. Situazioni di necessità;
3. Motivi di salute;
4. Rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Ma ecco le domande, le FAQ, le interpretazioni in libertà. Per esempio, è lecito uscire per portare a spasso il cane? La risposta sarebbe "sì", perché l'uscita risponde alla condizione della "situazione di necessità" (del cane?). Ma, se il padrone ha un giardino privato nel quale l'animale può scorrazzare e fare i sui bisogni, sussiste lo stato di necessità? 

E si può andare all'edicola per comperare il giornale? Sulla questione si è aperta una polemica, dopo che le forze dell'ordine hanno fermato un cittadino, affermando che il giornale "è superfluo". Si potrebbe convenire, perché ci si può informare attraverso l'internet.
Ma per il Dipartimento di Pubblica sicurezza: "Le edicole sono aperte perché si è valutato che nonostante sia disponibile anche l'informazione online il giornale è un bene di prima necessità. Da parte di chi ha fatto il controllo c'è stato un eccesso di zelo, ma è giustificabile: siamo un'organizzazione grande e complicata, cerchiamo di dare direttive chiare ma è impossibile calibrare ogni singolo intervento".

Ancora: si può uscire di casa per fare una corsetta nel parco? Qualcuno risponde di sì, sulla scorta dell'ultimo periodo dell'articolo 1, comma 3, del DPCM del 9 marzo, che recita: "lo sport e le attività motorie svolti all'aperto sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza interpersonale di un metro".
Ma ecco che qualcuno osserva che l'espressione"sport e attività motorie" può riferirsi solo ad atleti – professionisti e dilettanti – tesserati dal CONI o da altre associazioni riconosciute. Si replica che la collocazione della norma farebbe intendere che le parole "sport" e "attività motorie" sono usate nel loro significato comune e quindi riferibili a chiunque, non solo ai "tesserati".

Chi ha ragione? La risposta non è facile, anche perché si deve considerare che dal 31 gennaio – quando è stato dichiarato lo stato di emergenza – a ieri il Governo ha già emanato 13 provvedimenti (si veda la pagina della Gazzetta Ufficiale che elenca gli atti governativi in materia di Coronavirus). E siamo solo all'inizio.

Come il virus, il contagio della confusione comunicativa non ha ancora raggiunto il picco. Non resta che aspettare. E se qualcuno mi chiede se oggi ho intenzione di mettermi le scarpe da ginnastica e correre fino all'edicola con il cane al guinzaglio, gli rispondo IO RESTO A CASA.
Perché questo è il solo modo di combattere l'epidemia.

Per intervenire su questo argomento clicca qui
Inizio pagina     Indice di questa sezione      Home
InterLex su Facebook
Arma di sorveglianza di massa che limita la nostra libertà. Possiamo difenderci?
Un piccolo libro per capire come le tecnologie "smart" invadono la nostra vita privata e influenzano le nostre scelte.
Per saperne di più
Leggi le prime pagine
Le recensioni
Stampato o ebook
Acquistalo su Amazon
Storie italiane di spionaggio
IL COLONNELLO REY
Il colonnello Rey su Facebook

Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Roma con il n. 585/97 - Direttore responsabile Manlio Cammarata - P. IVA 13001341000

© Manlio Cammarata/InterLex 2020 -  Informazioni sul copyrightPrivacy