Cookie free: nessun "biscotto" per spiare i lettori. Sono in corso di eliminazione i link di facebook, che tracciano chi clicca su "mi piace" o "condividi"

InterLex - RIVISTA DI DIRITTO TECNOLOLOGIA INFORMAZIONE

N. 612

Anno XXV - 25 novembre 2021
Informazioni        Storia         Contatti

 

Golden Power e sicurezza nazionale nella partita per TIM

Andrea Monti – 25 novembre 2021
Molte delle analisi dedicate alla battaglia fra il fondo americano KKR e la francese Vivendi per il controllo di TIM si sono focalizzate sugli aspetti di politica industriale nel settore delle telecomunicazioni e solo marginalmente hanno toccato due temi cruciali della vicenda: cosa significa questa operazione per la sicurezza nazionale italiana e – di conseguenza – se e quanto il Governo Draghi dovrebbe esercitare il golden power e impedire l’operazione. Leggi tutto

Tesla, quando la tecnologia crea dipendenza

Manlio Cammarata – 25 novembre 2021
La notizia: il 19 novembre scorso centinaia di automobilisti, proprietari delle super-tecnologiche Tesla, sono rimasti a piedi. Anzi, non sono riusciti neanche a salire in macchina. Colpa di un server (pare) "andato giù" per troppo traffico. Infatti, per aprire le porte, gli utenti usano un'app, naturalmente collegata a un sistema centrale. Se questo non funziona, non funziona neanche l'app. Ma la notizia, per come è stata riportata da tutti gli organi di stampa, suggerisce alcune considerazioni interessanti. Leggi tutto

La storia infinita del "Regolamento opposizioni"

Manlio Cammarata - 11 novembre 2021
È ora di pranzo, o di cena. Il telefono – o il cellulare – squilla. Il numero del chiamante è "strano". Rispondi. Senti una voce registrata, ma non saprai mai che cosa vuole venderti, perché chiudi subito, furioso.
Un supplizio continuo. E ti chiedi: non "c'è la privacy"? Il ritornello che ti perseguita in ogni attività, "non si può, c'è la privacy", non vale per le telefonate commerciali non richieste? L'esperto di turno ti spiega che il problema è in un regolamento che c'è e non c'è. Ma è vero solo in parte. Leggi tutto

Covid-19, chi paga i tamponi? Risposta a sorpresa...

Paolo Ricchiuto – 11 novembre 2021
Facciamo un gioco. Fingiamo per un attimo che non esista una normazione primaria o regolamentare per affrontare la pandemia. Ed eliminiamo quindi per un attimo anche il Green Pass dal panorama degli obblighi e degli adempimenti. Domanda: nel momento in cui si diffonde un virus potenzialmente letale, potrebbe mai un datore di lavoro considerarsi libero di organizzare a suo piacimento le misure organizzative e tecniche per contrastare i rischi che si vengono a creare sul luogo di lavoro? Leggi tutto

Green Pass, controlli e dati, c'è qualcosa che non va

Paolo Ricchiuto – 27 ottobre 2021
Tra una contestazione e l'altra, il Green Pass è utilizzato giornalmente sui luoghi di lavoro. Ma continuano a emergere disarmonie difficili da spiegare. Una, in particolare, riguarda gli strumenti attraverso i quali un datore di lavoro può dare dimostrazione del corretto e regolare svolgimento dei controlli, visto il divieto di conservare i dati. In un paese normale, se esistono limitazioni nel trattamento delle informazioni, dovrebbero esistere sempre. Invece non è così. Vediamo perché. Leggi tutto

"Articolo 9", un grave problema di comunicazione

Manlio Cammarata – 27 ottobre 2021
Ancora polemiche sugli "eccessi di privacy" e sulla sua presunta "abolizione" da parte del Governo, con l'articolo 9 del decreto-legge N. 139. Da una parte il professor Burioni insiste: «Quali sono stati i costi sociali, economici, sanitari e in termini di vite perdute dell'ostilità feroce alle applicazioni di tracciamento in nome della intoccabile privacy?» (Twitter, 14 ottobre). Dall'altra interviene l'ex-direttore del Corriere della sera Ferruccio de Bortoli, con un articolo su 7 del  22 ottobre. Le sue osservazioni meritano un approfondimento. Leggi tutto

Green Pass, controlli e fantasmi, il pasticcio è servito

Paolo Ricchiuto – 14 ottobre 2021
Mancano poche ore. Domani, 15 ottobre, entra in vigore l'obbligo generalizzato di "possesso ed esibizione" del Green Pass per andare a lavorare. Una misura di eccezionale complessità, che mette in crisi principi generali e quotidianità operativa. Ci sarebbe voluta una tempestiva preparazione. Invece ci ritroviamo con un quadro di riferimento, per gli interpreti ed i cittadini, la cui malcerta composizione ha seguito dinamiche antiche, degne delle pagine peggiori della storia repubblicana. Leggi tutto

"Informazioni": come accettare i cookie e vivere felici

Manlio Cammarata – 14 ottobre 2021
Da qualche mese sono cambiate le informazioni "sulla privacy" che molti siti presentano agli utenti. In particolare quelle dei "big" come Google o Amazon. E' l'effetto delle "linee guida" emanate dal Garante il 10 giugno scorso, che rinnovano quelle pubblicate nel 2014 (che erano servite, in sostanza, a mascherare meglio i trattamenti irregolari). Dopo sette anni il Garante italiano si è accorto dell'interpretazione furbesca delle sue indicazioni (condivise con i colleghi della UE) e ha prodotto un nuovo testo. Cosa è cambiato? Nulla. Leggi tutto

La privacy abolita per decreto? Cerchiamo di capire

Manlio Cammarata – 11 ottobre 2021
I titoli dei giornali urlano. Il Fatto Quotidiano: «La privacy abolita per decreto!»;  Agenda digitale: «Terremoto privacy nel decreto Capienze, PA senza freni: ecco gli impatti»; Wired: «Privacy, decreto Capienze mette a rischio la protezione dei dati». E via così. Ma vogliamo piantarla di urlare e incominciare a ragionare con cognizione di causa?
Il decreto-legge N. 139 dell'8 ottobre 2021 non cambia la normativa europea e i suoi principi (né potrebbe farlo). Non "abolisce la privacy". Leggi tutto
Il testo dell'art. 9 del  decreto-legge 8 ottobre 2021, N.139

I bambini hanno perso la faccia: è la privacy, bellezza!

Manlio Cammarata – 20 settembre 2021
La scuola è ricominciata. "In presenza", evviva! Quest'anno le TV aggiungono i problemi del Covid, ma nella sostanza i servizi sono sempre gli stessi, con le stesse immagini di piedi di pargoli e adolescenti in scarpe da ginnastica, per lo più bianche. Se per caso nell'inquadratura compare un viso, è "offuscato". Perché? E' la privacy, bellezza, la privacy! E tu non puoi farci niente!
Non è vero. Il problema non è "la privacy", ma la pervasiva "sindrome da privacy", che affligge redazioni, aziende, enti pubblici e privati. Leggi tutto

Claudio Manganelli: hanno ancora senso le authority?

Claudio Manganelli – 20 settembre 2021
Caro Manlio, ho ricevuto il numero 606 di InterLex e mi sono soffermato sull’articolo relativo ai garanti e alla corazzata Kotiomkin [...] Scorrendo l’articolo devo confessarti che mi hai un po’ deluso: sì hai riportato quello che hai definito il difensore di ufficio e quello che pensano personaggi noti aldilà del loro ruolo e della loro abitudine a dar aria alla lingua. D’altra parte con questa abitudine giornalisti e giornalistucoli ci vanno a nozze: basti pensare a quello che è successo, succede e succederà sul tema pandemia, vaccini e dintorni. Leggi tutto

Il GDPR è un ostacolo nella lotta alla pandemia?

Manlio Cammarata – 6 settembre 2021
Nell'ultimo articolo prima della pausa d'agosto Il GDPR, i Garanti e La corazzata Kotiomkin ho dato conto delle riserve da parte di persone note e autorevoli sugli effetti frenanti della protezione dei dati personali in molti campi, dagli accertamenti fiscali alle misure di contrasto alla pandemia da Covid-19. Il problema è serio, perché le violazioni della vita privata sono uno degli aspetti più critici del nostro tempo, una sorta di pandemia non dichiarata. E la protezione non è abbastanza forte, forse anche perché le norme attuali non sono efficaci. Leggi tutto

Il GDPR, i Garanti e La corazzata Kotiomkin

Manlio Cammarata – 29 luglio 2021
Fuoco incrociato sul Garante per la protezione dei dati personali. L'Espresso del 25 luglio spara ad alzo zero, con il titolo "Garante di se stesso". L'articolo di Carlo Tecce racconta di un'autorità che "boccia i provvedimenti del Governo ma chiede un aumento di organico e stipendi più alti per i vertici". Poi attacca i quattro componenti del collegio e rivela retroscena credibili e spese discutibili.
Replica il difensore d'ufficio, il quotidiano online Key4biz, con un articolo del direttore Raffaele Barberio. Leggi tutto

Privacy e controlli sui lavoratori: la confusione continua

Paolo Ricchiuto - 29 luglio 2021
Il 22 aprile scorso il Garante ha firmato un virtuoso protocollo d’intesa con l’Ispettorato del lavoro. E pochi giorni dopo ha sanzionato un datore di lavoro appena assolto dal Giudice penale.
Non c’è pace per il tema dei controlli a distanza, per i quali sono competenti almeno tre uffici: l'Ispettorato del lavoro, il giudice penale e il Garante per la protezione dei dati personali. Che possono adottare decisioni diverse, con evidenti ripercussioni sulla certezza del diritto. Leggi tutto

Eredità e dati personali, norme inutili fanno confusione

Manlio Cammarata – 22 febbraio 2021
L'ordinanza del Tribunale di Milano, in materia di "eredità dei dati personali", può essere letta sotto diversi punti di vista. L'articolo di Paolo Ricchiuto (qui sotto) sottolinea la prospettiva del "testamento digitale", ma c'è un altro aspetto che deve essere valutato: il rapporto tra la normativa sui dati personali e il diritto delle successioni regolato dal codice civile. Un rapporto che potrebbe anche essere un conflitto, alla luce del principio che la volontà espressa del defunto è il cardine dell'interpretazione delle disposizioni testamentarie. Leggi tutto

Giù le mani dal mio iPhone: verso il testamento digitale

Paolo Ricchiuto – 22 febbraio 2021
Ha fatto scalpore l'ordinanza del Tribunale di Milano, che ha riconosciuto agli eredi il diritto di accedere ai contenuti dello smartphone del defunto. Ma la notizia più importante è nel nucleo della motivazione: prende vita, finalmente, il testamento digitale.
I fatti. Un giovane muore in un incidente. I genitori ritengono di avere diritto a conoscere i contenuti del suo iPhone e si rivolgono alla Apple. Di fronte al rifiuto di Cupertino, promuovono un procedimento d'urgenza. Leggi tutto

DIG.EAT 2021: ripercorriamo la lunga storia di InterLex

Manlio Cammarata – 20 gennaio 2021
L'edizione di quest'anno di DIG.EAT si tiene online, come è d'obbligo in tempo di Covid, con un programma ricco di spunti interessanti. Ieri, 19 gennaio, è stato il turno di una parte della "vecchia squadra" di InterLex: Andrea Monti, Enrico Maccarone e il vostro cronista. Che riporta qui il testo che aveva preparato per l'intervento e che, come al solito, è stato in parte tradito nell'improvvisazione di un dialogo intrigante. Grazie ad Andrea Lisi, per l'invito e per le belle parole di apprezzamento del nostro lavoro. Leggi tutto

La Magnum Photos e la cancel culture: una brutta storia

Manlio Cammarata – 31 agosto 2020
In questo strano mese di agosto il tema "Covid-19" ha relegato in secondo piano molte vicende importanti per chi si occupa di diritto e informazione. Una, in particolare, non va trascurata, perché riguarda la libertà di espressione: oggi non sono i giudici a decidere che cosa è (eventualmente) da censurare, ma "la Rete", o meglio il furore social nella sua più recente espressione della cancel culture.
Protagonista della storia è la Magnum Photos, la più qualificata agenzia fotografica del mondo. Leggi tutto su  Manlio Cammarata reporter

Dati personali. Covid19, app Immuni e Green Pass

Tutti gli articoli dal 15 marzo 2020

InterLex su Facebook
Manlio Cammarata - IL FURBOFONO
Arma di sorveglianza di massa che limita la nostra libertà. Possiamo difenderci?
Un piccolo libro per capire come le tecnologie "smart" invadono la nostra vita privata e influenzano le nostre scelte.
Per saperne di più
Leggi le prime pagine
Le recensioni
Stampato o ebook
Acquistalo su Amazon
Storie italiane di spionaggio
IL COLONNELLO REY
Il colonnello Rey su Facebook

Pubblicazione iscritta nel registro della stampa del Tribunale di Roma con il n. 585/97 - Direttore responsabile Manlio Cammarata - P. IVA 13001341000

© Manlio Cammarata/InterLex 2021 -  Informazioni sul copyrightPrivacy